Mercuris / Cenabara


grosseto
Venerdi 28 febbraio dalle 16 alle 20 in via San Domenico 14 a Uras, presso l’agriturismo Thamis, il presidente di Apiaresos Nino Schirra esporrà, con ricchezza di dettagli e immagini, tutte le novità emerse nel 36° Congresso dell’apicoltura professionale tenuto quest’anno a Grosseto. Gli argomenti trattati saranno l’allevamento, selezione api regine, cambiamenti climatici, nuove strategie di lotta alla varroa, acido formico, nutrizione proteica, propoli, pesticidi e impollinazione.
Si raccomanda ai soci, data la rilevanza dell’appuntamento, la massima puntualità.
Giuseppe Caddeo

livio

Si terrà sabato 5 Ottobre, dalle ore 9.00 alle 13:00 a Tramatza, presso il Centro sociale in via Tripoli 32, il seminario formativo sul controllo della sciamatura.
Il tema sarà affrontato da Livio Colombari, apicoltore professionista, titolare dell’Azienda agricola Chelidonia e tecnico di Apilombardia, che illustrerà varie tecniche per gestire la sciamatura mettendole a confronto.
Si ricorda che il seminario è rivolto esclusivamente ai soci e che la quota per la partecipazione è di 15 euro. Tutte le allieve e gli allievi delle tre edizioni del corso di introduzione all’apicoltura avranno uno sconto del 33%.
Giuseppe Caddeo
2019_aapi_cover
Nonostante gli impegni per l’avvio dell’imminente stagione apistica, sabato 23 febbraio al Circolo di Lettura di Ghilarza, erano presenti 23 tra soci e accompagnatori (Ara Antonio, Beccu Angelo, Biancu Giovanni, Carta Alessia, Cerviotti Alessandro, Congiu Virgilio, Cossu Domenico, Floris Umberto, Lampis Alessandro, Manias Luigi, Marongiu Simone, Meloni Maria Francesca, Mureddu Silvia, Nieddu Giovanni, Orru’ Vincenzo, Ortu Angelo, Pattucca Colomba, Pistis Annetto, Porcu Franco, Porcu Silvio, Pruneddu Andrea, Schirra Nino, Vacca Salvatore). I partecipanti a questo incontro hanno ascoltato con attenzione il resoconto tenuto da Orlando Oliva e Giuseppe Caddeo sulle ultimissime novità dalla professionisti di Policoro . Un momento importante di riflessione su tematiche importanti come la nutrizione, tecniche di selezione api regine, vecchi e nuovi farmaci per la lotta alla varroa, minacce incombenti sull’apicoltura Sarda, con particolare riferimento alla vespa vellutina . Un’occasione formativa importante alla quale i soci non hanno voluto rinunciare. La serata si conclusa con un buffet offerto da Apiaresos agli apicoltori convenuti.
Giuseppe Caddeo

Sabato 23 febbraio alle17.00, presso e in collaborazione con il Circolo di lettura 1852 in via Umberto I 137 a Ghilarza, Giuseppe Caddeo e Orlando Olivanostri delegati al XXXV congresso dell’apicoltura professionaletenutosi a Policoro dal 30 gennaio al 3 febbraio, faranno una esaustiva esposizione di tutte le novità presentate.

Seguirà una degustazione di prodotti del territorio accompagnati dagli abbamele presentati nel primo concorso degli abbamele premio Dott. Giovanni Antonio Carta.

Sarà una sessione densa e articolata, pertanto invitiamo i soci a osservare la massima puntualità.

Si ricorda che anche questo Sabato è gratuito per i soci in regola con la quota 2019. Naturalmente è possibile regolarizzare il tesseramento versando all’entrata la quota di 30 euro al tesoriere Orlando Oliva e partecipare così a questo importante incontro.

Giuseppe Caddeo

Pierantonio Belletti, apicoltore professionista e tecnico apistico, è oggi in Italia colui che più di ogni altro ha studiato e verificato praticamente in apiario i vantaggi di una nutrizione efficace. Belletti, che è un’autorità assoluta su questa materia, sarà venerdì  9 marzo a Uras, presso l’agriturismo Thamis, ad incominciare dalle 16.00.

Belletti spiegherà  come  ottenere più miele dai nostri alveari grazie ad una nutrizione innovativa, partendo dalla condizione degli apiari dei soci in questo primo scorcio di marzo. Non sarà quindi una lezione astratta, ma contestualizzata alla realtà sarda e a quella di questo preciso momento. Inoltre un’alimentazione adeguata, ricorda Belletti, determina lo stato fisiologico dell’alveare e la sua possibilità di rispondere agli “attacchi interni ed esterni”. La salute delle api passa attraverso la scelta del tipo di alimento.

Il costo del seminario è di 20 euro per i soci in regola con la quota sociale. Sarà possibile dialogare con Pierantonio Belletti anche durante la cena, che sarà offerta a costi popolari dall’Agriturismo Thamis, previa prenotazione, entro e non oltre giovedì 8 marzo.

Luigi Manias

antonio-carrelli

 

Venerdì 10 marzo dalle 15.00 alle 19.00 ad Uras presso l’Agriturismo Thamis in via San Domenico 14 dei soci Tonino Melis e Anna Porru si terrà il secondo seminario formativo di Apiaresos con Antonio Carrelli, tecnico apistico dell’UNAAPI di lunga esperienza in forza all’APAS, Apicoltori Associati Campani.
Antonio Carrelli è stato un nostro docente in più occasioni: nella primavera del 2014 in un seminario formativo su nido stretto e formazione dei nuclei; relatore al 1° Congresso degli apicoltori della Sardegna, sul tema della sicurezza in apicoltura; nel 2015 con un interessante intervento su MAQS, Varterminator, ingabbiamento invernale prolungato e acido formico con evaporatore; nell’ottobre 2016 nel nostro 3° Convegno come relatore sulle attrezzature innovative in apicoltura.
Il seminario di venerdì 10 marzo sarà improntato su temi di pressante attualità e di sicuro interesse per i soci: tecniche di controllo della sciamatura, gestione del nido stretto e pacchetto igiene per i laboratori apistici. Il seminario, il cui costo e di euro 20 per i soci iscritti che hanno regolarmente pagato la quota associativa per il 2017, inizierà alle 15.00 con la registrazione dei partecipanti, per poi proseguire per le prove pratiche di controllo della sciamatura e gestione del nido stretto nell’apiario del socio Tonino Melis, a 10 minuti da Uras. Terminate le prove pratiche si farà ritorno all’Agriturismo Thamis per il completamento del seminario in aula con la trattazione del pacchetto igiene per i laboratori apistici.
L’Agriturismo Thamis offrirà a prezzi di favore ai soci che vorranno partecipare la cena, per la quale si chiede la prenotazione entro giovedì 9 marzo al numero telefonico di Tonino Melis 3485205261.
Si invitano i soci ad osservare la massima puntualità.

Luigi Manias

L’ultimo appuntamento del 2015 sarà ad a Uras venerdì 11 dicembre alle ore 17.00 presso l’agriturismo Thamis dei soci Anna Porru e Tonino Melis per una riflessione sulla flora apistica sarda. Franco Buffa, agronomo e ricercatore presso il Dipartimento di Agraria, Sezione di Patologia vegetale ed Entomologia, Università di Sassari, sarà il primo relatore di questo seminario monografico e riprenderà il filo del discorso iniziato a Montevecchio sulle minacce presenti e future che incombono sulla più importante fonte nettarifera della Sardegna: l’eucalipto. Mimmo Cau, agronomo dell’ARA, proporrà un intervento su una specie dimenticata, ma che potrebbe rappresentare una possibilità di recupero di produttività mellifera: il carrubo. In via del tutto eccezionale l’incontro formativa sarà del tutto gratuito.

Riprende anche quest’anno la raccolta della cera dei soci per la lavorazione in fogli cerei. I soci che fossero interessati potranno consegnarla allo scrivente, dividendo e pesando sia la cera di opercoli sia quella da fusione da favi.

Per ordine del Presidente Giovannino Schirra è convocata presso l’agriturismo Thamis, ad Uras in via San Domenico 14,  in prima convocazione alle ore 22.00 di giovedì 10 dicembre e in seconda convocazione alle ore 16.30 venerdì 11 dicembre l’assemblea ordinaria dei soci per la discussione e approvazione del bilancio di previsione 2016.

Luigi Manias

Anche per l’incontro con il dott. Tomaso Betza di ieri 16 ottobre, come ormai succede sempre più frequentemente,  la saletta della sede sociale di Apiaresos di piazza Roma a Marrubiu era quasi al completo. 28 soci (Anedda, Argiolas, Barra, Cera e padre, Deidda, Demuru, Erriu, Fancello, Fenu, Fontana, Fronzoni, Giobbe, Lai, Manias, Massa, Melis, Murgia, Neroni, Oliva, Ribichesu, Sanna e consorte, Serra, Shanti, Stara, Vivolo) hanno ascoltato con attenzione il relatore di Laore,  che ha articolato il suo intervento in due parti . La prima dedicata alle misure e opportunità della PAC, la seconda centrata sul PSR 2014 – 2020. Le opportunità offerte dal la PAC e dal PSR per gli apicoltori singoli e associati, nonostante alcune criticità derivanti dal non riconoscimento  delle specificità dell’apicoltura, sono veramente tante e interessanti. La materia è complessa e Apiaresos dovrà recitare un ruolo attivo prima dell’emanazione dei bandi.  In tale ottica abbiamo chiesto  al dott. Tomaso Betza, al quale va riconosciuto il grande merito di avere in sole tre ore offerto una panoramica esaustiva della materia,  di fornire ad Apiaresos, come è nelle finalità di Laore, un’assistenza in itinere. Alcuni soci hanno chiesto le slides dell’intervento formativo di oggi. Apiaresos intende dare di più offrendo da gennaio 2016, ai soci che ne faranno specifica richiesta, tutto il materiale della formazione 2015.

Luigi Manias

Apiaresos.2015.Formazione.Foto.1610.2Apiaresos.2015.Formazione.Foto.1610.1

PSR SardegnaProsegue l’attività di formazione di Apiaresos, dopo la pausa estiva. Il secondo incontro avrà per tema le opportunità offerte alle imprese apistiche dal Programma di sviluppo rurale 2014-2020 per la Regione Sardegna, che è stato formalmente approvato dalla Commissione Europea il 19 agosto 2015. Le risorse finanziarie a disposizione del PSR Sardegna 2014/2020, per i sette anni di programmazione, sono  pari a 1.308.406.250 euro. Della possibilità di usufruire di contributi per finanziare investimenti nei vari ambiti dell’attività apistica (strutture, attrezzature, mezzi per nomadismo, ecc.) ne parlerà venerdì 16 ottobre, alle 16.30, presso la sede sociale di Marrubiu, il  Dott. Tommaso Betza, tecnico specialista di Laore su legislazione, iniziative, programmi e finanziamenti comunitari.

La giornata formativa eccezionalmente sarà gratuita per i soci in regola con il tesseramento 2016, il cui costo anche quest’anno è di 30 euro, e potrà essere effettuato venerdì 16 ottobre.  Si segnala ai soci che il programma del 2° Congresso degli apicoltori della Sardegna, che si terrà ad Oristano sabato 7 e domenica 8 novembre, sarà pubblicato nei prossimi giorni. Si ricorda però che il Congresso è ristretto a solo 100 partecipanti e l’edizione di quest’anno, che si preannuncia particolarmente interessante, con la partecipazione anche di otto espositori, ha già ricevuto numerose preiscrizioni. Pertanto si invitano i soci a sottoscrivere l’iscrizione al Congresso venerdì 16 ottobre.

Luigi Manias

Nonostante gli impegni della stagione apistica c’erano venerdì 17 aprile, 13 soci (Caddeo Giuseppe, Carta Alessandro, Carta Stefano, Fadda Cristian, Flore Giuseppe, Fronzoni Elisa e Shanti, Manca Tore, Manias Luigi, Massa Umberto, Melis Tonino, Oliva Orlando, Rossini Massimo) nella sede sociale di Marrubiu a sentire Nino Schirra, che ha proposto un innovativo approccio, sebbene confortato da un ampia e consolidata letteratura, a questa importante patologia. Nino ha evidenziato come la patologia sia spesso occasione di premature rinunce all’attività apistica per gli apicoltori neofiti. Invece utilizzando regolarmente alcuni prodotti autorizzati e un minimo di attrezzature è possibile abbattere efficacemente  la carica batterica del Bacillus larvae all’interno dell’alveare. La relazione di Nino ha suscitato ampio interesse fra i partecipanti, conclusosi con un vivace appendice di domande e quesiti e con il consueto ritrovo conviviale con parte dei soci al Caprice di Terralba.

Luigi Manias

Next Page »