Corsi


IMG-20191109-WA0004

Sabato 26 Ottobre ad Ales, presso l’azienda apistica Manias, si è tenuta come previsto dalle 9 alle 13 la prima giornata formativa, del quarto corso di introduzione all’apicoltura di Apiaresos. La classe composta da: Attene Giovanni, Capra Giorgia, Carboni Giulia, Caria Valentina, Casula Nicola, Demuro Giannella, Giobbe Giuseppe, Lasi Eliana, Maddau Roberto, Maxia Antonio, Olla Valentina, Pinna Giampiero, Poddi Ivano, Ruiu Franco, Saba Cristian, Sanna Feurra Lorenzo, Sanna Sara, Scasseddu Massimiliano, Tidu Ornella, Trincas Matteo, Turco Massimo. Alla presenza dei docenti di Apiaresos, è stato somministrato agli allievi un test d’ingresso a risposta multipla per verificare le conoscenze generali in apicoltura. Quindi sono stati presentati i docenti, gli allievi e il programma del corso. Luigi Manias ha dunque affrontato i temi di questa prima lezione: problemi dell’apicoltura; associazionismo apistico; collocazione sistematica; società delle api; morfologia, anatomia e fisiologia delle api; attività e compiti delle api; fisiologia sociale delle api.
Giuseppe Caddeo

piana
Si è conclusa positivamente la manifestazione di interesse per i corsi di introduzione e di perfezionamento di primo livello all’analisi sensoriale del miele, riconosciuti dall’Albo degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele
Per venire incontro alle esigenze dei futuri partecipanti si sono stabilite le seguenti date. Il corso di introduzione, della durata di quattro giorni e articolato in una sessione antimeridiana (9.00 – 13.00) e una pomeridiana (15.00 -18.00), si terrà da giovedì 19 a domenica 22 Dicembre 2019. Il corso di perfezionamento di primo livello, della durata di tre giorni e articolato in una sessione antimeridiana (9.00 – 13.00) e una pomeridiana (15.00 -18.00), si terrà da venerdì 3 a domenica 5 gennaio 2020.
Entrambi i corsi si svolgeranno ad Uras agli orari indicati presso l’Agriturismo Thamis in via San Domenico 14, tel. 0783 89849, cell. 3485205261 (Tonino Melis e Anna Porru). Per l’occasione l’Agriturismo Thamis praticherà condizioni di favore ai partecipanti che vorranno fruire della pensione completa.
I costi sono di 330 € per il corso di introduzione e di 300 € per il corso di perfezionamento di primo livello. I corsi danno diritto al materiale didattico e ai pranzi presso l’Agriturismo Thamis, dove si svolgeranno. L’importo va versato sul conto corrente intestato a Apiaresos de Arbaree, IBAN IT16Z0359901899050188529557, indicando come causale il corso che si intende frequentare. Contestualmente al pagamento per iscriversi al corso bisogna compilare il modulo al seguente link https://forms.gle/m7LiFm9PDFtPyeu66
Per maggiori informazioni rivolgersi ai numeri 3471172651 Orlando Oliva o 3401642496 Giuseppe Caddeo.

corso 2019

Apiaresos annuncia l’apertura delle iscrizioni alla quarta edizione del Corso di introduzione all’apicoltura, che si rivolge a tutti coloro che intendono avviare su solide basi teoriche e pratiche l’attività apistica, sia per puro diletto, sia con finalità imprenditoriali.  Il corso presenta delle importanti novità rispetto alle precedenti edizioni . Infatti quest’anno alle 80 ore consuete ne sono state aggiunte altre 20 di pratica sul campo, per un totale di 100 ore. Inoltre il periodo di svolgimento abbraccerà l’autunno e l’intero inverno, con inizio  previsto sabato 26 ottobre 2019, per concludersi sabato 20 giugno 2020. Le lezioni in aula, che si svolgeranno di sabato dalle 9 alle 13, saranno tenute presso la sala consigliare del Municipio di Marrubiu in piazza Roma 1 e presso l’azienda Mieli Manias ad Ales. Le lezioni  pratiche si svolgeranno a Marrubiu, presso le aziende Agricola Monte Arci e Apinath e ad Ales presso l’azienda Mieli Manias. Nel corso, che è riservato a non più di 15 allieve/i, sarà data prevalenza alla pratica sugli alveari alternata a lezioni teoriche in aula, affidate ad apicoltori professionisti di esperienza pluridecennale, ricercatori universitari, veterinari. L’attestato di frequenza sarà rilasciato alle allieve/i che avranno frequentato almeno il 75% del corso e superato l’esame finale teorico/pratico. Il costo del corso è riservato alle sole/i socie/i. Pertanto la/il candidata/o dovrà compilare il modulo online della domanda d’iscrizione ad Apiaresos all’indirizzo https://forms.gle/FGyJVRH6ur4kBa3Y9 e versare la quota d’iscrizione di 30 euro. Il costo del corso, nonostante le 20 ore in più di attività pratica rispetto alle edizioni passate,  è di soli 390 euro.  Il pagamento deve avvenire mediante bonifico su c.c. intestato a Apiaresos de Arbaree, IBAN IT16Z0359901899050188529557. Il bonifico può essere comprensivo di ambedue i due importi, ma nella causale di versamento va specificato “Quota iscrizione Apiaresos / Contributo per Corso di Introduzione all’Apicoltura”.  La/Il candidata/o dovrà compilare il modulo online di iscrizione al Corso all’indirizzo: https://forms.gle/MytbN1dHeZZycuki7. Maggiori informazioni possono essere richieste a Luigi Manias 3477289905 o Orlando Oliva 3471172651.

convegno5

 

Non si sono ancora spenti gli echi della 5^ edizione del convegno annuale di Apiaresos, tenutosi il 19 e il 20 Gennaio presso l’Hotel – Centro Congressi l’Anfora di Tramatza, con un ottima partecipazione di soci, per l’alta qualità dell’offerta formativa erogata. Alberto Contessi, autore del più celebre manuale di apicoltura e presidente dell’Osservatorio Nazionale del Miele,ha parlato dell’importanza della biodiversità apistica e ha esposto la proposta di legge presentata in Emilia Romagna per tutelare l’ape ligustica. L’avvocato Vittorio Perria ha esposto la normativa sulle malattie professionali in apicoltura. Tema ripreso dal presidente e dal vicepresidente di Conflavoro di Oristano Silvio Frongia e Paolo Deidda. Il primo ha illustrato gli adempimenti a cui deve ottemperare un azienda apistica; il secondo ha esposto i nuovi adempimenti per quanto riguarda la privacy e la fatturazione elettronica. Prosegue la collaborazione avviata nelle precedenti edizioni del convegno con la dottoressa Elisabetta Schievano e il dottor Gianluigi Marcazzan. La prima ha evidenziato le proprietà dei mieli Sardi, simili a quelle del miele di manuka, e di frodi sull’origine e provenienza geografica di alcuni mieli Sardi; il secondo ha presentato i risultati degli studi e della ricerca sui i campioni di propoli forniti dai soci di Apiaresos. Nella stessa giornata il professor Luca Fontanesi ha esposto l’innovativo metodo di analisi del DNA del miele, con il quale è riuscito a definire una mappa esaustiva del miele, comprensiva di origine botanica e geografica, patologie (fra cui funghi, virus, batteri) presenti nell’alveare, sottospecie di ape. La seconda giornata è stata aperta da Giovanni Guido, che ha presentato le ultime novità sulle patologie apistiche e terapie farmacologiche disponibili sul mercato per la lotta alla varroa. A seguire Fabrizio Zagni, che ha illustrato l’apicoltura nel Ponente Ligure, tra nuove avversità, ambiente impervio e una sottospecie di ape (l’Ape Nera) da tutelare e valorizzare all’interno del suo areale di appartenenza. Ha chiuso la mattinata del 20 Valter Bellucci, che ha affrontato il problema della mortalità delle api causata dai pesticidi, sia dal punto di vista scientifico, indicando come agiscono queste sostanze sulle api, sia normativo. Nella serata Luca Bonizzoni ha illustrato le varie tecniche per produrre nuclei durante la stagione apistica, da utilizzare sia per la rimonta aziendale sia per la vendita e cosi incrementare il reddito dell’azienda apistica. Davide Mercenaro ha spiegato come un azienda apistica possa incrementare il proprio reddito sfruttando le coperture degli edifici aziendali per la produzione di energia solare. L’intervento che ha chiuso il Convegno è stato quello del professor Ignazio Floris, che ha fatto il punto della situazione sul progetto Aluen Cap, spiegando non solo quali saranno i passi futuri ma rispondendo alle molte domande dei soci.
Sabato 23 febbraio al Circolo di Lettura di Ghilarza, Orlando Oliva e Giuseppe Caddeo hanno proposto un dettagliato report sulle ultimissime novità del convegno degli apicoltori professionisti italiani, tenutosi a Policoro dal 30 gennaio al 3 febbraio 2019. Un momento di riflessione su tematiche come la nutrizione, le tecniche di selezione delle api regine, i vecchi e nuovi farmaci contro la varroa, le minacce incombenti sull’apicoltura Sarda, con particolare riferimento alla vespa vellutina. La serata si conclusa con un buffet offerto da Apiaresos ai soci.
Sabato 30 marzo, presso il circolo di lettura di Ghilarza, il socio dottor Francesco Cadeddu ha presentato il suo libro Le api nostre insostituibili compagne di viaggio, nel quale ha ampiamente trattato, per la prima volta in assoluto in una pubblicazione edita, il concetto di benessere animale riferito all’alveare.
Sabato 22 giugno si è concluso ad Ales, in concomitanza con un importante evento dedicato all’agricoltura sociale https://www.videolina.it/articolo/tg/2019/06/23/ales_la_vendemmia_del_miele_con_il_progetto_di_agricoltura_social-78-896559.html , il terzo corso di introduzione all’apicoltura. La classe composta da: Ara Antonio, Biancu Giovanni, Carta Alessia, Cerviotti Alessandro, Concu Monica, Corda Daniela, Fadda Rossella Stefania, Flore Antonio, Manca Eleonora, Massa Silvia, Orrù Vincenzo, Porcu Alberto, Pruneddu Andrea, Rombi Valentina, Secco Riccardo, Spiga Corrado, ha dimostrato un forte interesse e attenzione su tutte le tematiche affrontate. La giornata si è conclusa con un pranzo comunitario.

corso3

 

Siamo giunti alla terza edizione del Corso di introduzione all’apicoltura Apiaresos. Sabato 9 febbraio ad Ales, presso l’azienda apistica Manias, si è tenuta come previsto dalle 9 alle 13 la prima giornata formativa. La classe composta da: Ara Antonio, Biancu Giovanni, Carta Alessia,  Cerviotti Alessandro, Concu Monica, Corda Daniela, Fadda Rossella Stefania, Flore Antonio, Manca Eleonora, Massa Silvia, Orrù Vincenzo, Porcu Alberto, Pruneddu Andrea,Rombi Valentina, Secco Riccardo, Spiga Corrado. La classe è stata integrata nelle lezioni successive da  Rombi Valentina. Alla presenza dei docenti di Apiaresos Luigi Manias, Orlando Oliva, Alberto Scarabelli, Nino Schirra , è stato somministrato agli allievi un test d’ingresso a risposta multipla per verificare le conoscenze generali in apicoltura. Quindi sono stati presentati i docenti, gli allievi e il programma del corso. Luigi Manias ha dunque affrontato i temi di questa prima lezione: problemi dell’apicoltura; associazionismo apistico; collocazione sistematica; società delle api; morfologia, anatomia e fisiologia delle api; attività e compiti delle api; fisiologia sociale delle api.
Giuseppe Caddeo


Apiaresos annuncia la terza edizione del corso di introduzione all’apicoltura, che si rivolge a tutti coloro che intendono avviare su solide basi teoriche e pratiche l’attività apistica. Il corso che avrà una durata di 80 ore, si terrà di sabato dalle 9 alle 13, dal 9 febbraio al 22 giugno 2019. Le lezioni in aula saranno tenute presso la sala consigliare del Municipio di Marrubiu in piazza Roma 1, mentre quelle pratiche si svolgeranno a Marrubiu, presso le aziende: Agricola Monte Arci e Apinath e ad Ales presso l’azienda Mieli Manias. Nel corso, che è riservato a non più di 15 allieve/i, sarà data prevalenza alla pratica sugli alveari alternata a lezioni teoriche in aula affidate ad apicoltori professionisti di esperienza pluridecennale, docenti e ricercatori universitari, veterinari. L’attestato di frequenza sarà rilasciato alle allieve/i che avranno frequentato almeno il 75% del corso e superato l’esame finale teorico/pratico. Il costo del corso è riservato alle sole/i socie/i. Pertanto la/il candidata/o dovrà presentare domanda d’iscrizione a Apiaresos e versare la quota 2019 di 30 euro. Il costo del corso anche quest’anno sarà di soli 350 euro e il pagamento deve avvenire per bonifico su c.c. intestato a Apiaresos de Arbaree presso Banca Etica IBAN IT16Z0359901899050188529557. La/Il candidata/o dovranno compilare e inviare alla mail apiaresos@gmail.com o consegnarle alla prima lezione le due domande di iscrizione al corso e ad Apiaresos, ambedue allegate alla presente o scaricabili all’indirizzo:  https://apiaresosdearbaree.wordpress.com/chi-siamo/shop/. Maggiori informazioni possono essere richieste a Luigi Manias 3477289905 o Orlando Oliva 3471172651.
corso top bar

Si  è svolto lunedì 16 e martedi 17 Luglio 2018 a Cuglieri il primo corso di apicoltura naturale con arnie top bar, condotto dal suo massimo esperto Paolo Fontana con la collaborazione di Damiano Fioretto. Le allieve e gli allievi  del corso (Cadeddu Francesco, Caddeo Giuseppe, Kostyrko Svitlana, Manca Pino, Manias Luigi, Meloni Maria Francesca, Montisci Anna, Pes Giorgio, Pisano Sonia, Pitzalis Luca, Renolfi Arianna Rosa, Simbula Tatiana,Usai Matteo, Usai Mauro) hanno partecipato con attenzione e costanza ad una bellissima due giorni, di lezioni in aula e in apiario.

Si ringraziano tutti i corsisti e le corsiste per aver partecipato a questa due giorni, ma un particolare grazie va ad Angelo Ardu ed al suocero Mariano Cotzia per aver messo a disposizione i propri alveari ed il proprio tempo.

Siamo riconoscenti alla Pro Loco di Cuglieri per averci ospitato nella loro sede sociale a Cuglieri in Piazza Seminario.

Si ringraziano inoltre i docenti Paolo Fontana e Damiano Fioretto, che speriamo di rivedere al più presto in Sardegna.

Ricordiamo che Paolo Fontana, è anche autore del volume Il Piacere delle Api , promotore di una battaglia a difesa delle biodiversità apistica, culminata nella presentazione il 12 giugno della Carta di San Michele all’Adige.
Giuseppe Caddeo

corso primo livello

corso secondo livello

Sabato 6 giugno 2018 si è concluso, con l’ultima lezione tenuta da Orlando Oliva e Nino Schirra, il corso di perfezionamento in apicoltura, che comprendeva gran parte delle allieve e degli allievi del corso di introduzione dello scorso anno. Caddeo Giuseppe, Carboni Mario, Careddu Antonello, Cocco Daniele, Demurtas Tiziana, Erriu Nicola, Floris Sergio, Matta Michele, Meloni Marco, Meloni Maria Francesca, Puddu Nicola, Pusceddu Nicola, hanno dato prova di grande motivazione e determinazione .

Mentre sabato 23 giugno 2018 si è concluso Il secondo corso, di introduzione all’apicoltura, composto da una classe di 20 allieve e allievi (Aramu Iris Lorena, Corrias Maria Adelaide, Cossu Giulia, Deiana  Luca, Ferrari Silvana , Giorgi Marco, Lixi Davide, Loi Efisio, Manca Natalia, Murranca Jose, Musa Alberto, Patteri Diego, Rullo Bruno, Sassu Michele, Schirru Lucia, Sirca Michela, Tuveri  Massimiliano, Ucheddu Alessandra, Vedele Giuseppe, Zucca Enrico). I corsisti hanno dimostrato un forte interesse e attenzione su tutte le tematiche affrontate.

Si ringraziano i docenti di Apiaresos Luigi Manias, Orlando Oliva, Alberto Scarabelli, Nino Schirra, e i docenti esterni Franco Buffa, Franco Mulliri, Antonio Carrelli, Gini Checchin , Ignazio Floris, Pierantonio Belletti, Giovanni Guido, Federica Floris per il notevole impegno profuso nei due corsi.

Sempre sabato 23 giugno immersi nel verde di Beda Manca sul Monte Arci, gli allievi dei due corsi e i docenti ne hanno festeggiato la fine con un pranzo sociale.

Giuseppe Caddeo

La classe di allievi al primo corso sull’apicoltura naturale con l’arnia Top Bar mai tenuto in Sardegna, condotto dal suo massimo esperto Paolo Fontana, era già completa tre giorni dopo l’annuncio. D’accordo con Paolo Fontana Apiaresos ha deciso di offrire un’ulteriore opportunità di partecipazione prorogando a domenica 15 luglio l’iscrizione al corso per altri soli 5 posti. Ricordiamo che Paolo Fontana è anche autore del volume Il Piacere delle Api e promotore di una battaglia a difesa delle biodiversità apistica, culminata nella presentazione il 12 giugno della Carta di San Michele d’Adige. Il corso si terrà a Cuglieri da lunedì 16 a martedì 17 luglio. Per modalità di iscrizione e costo chiamare o scrivere a Luigi Manias 3477289905 – apiaresos@gmail.com.

Paolo Fontana sarà relatore al convegno di Montevecchio di sabato 14 luglio, ma anche protagonista domenica 15 dalle 9.30 alle 11.30 della trasmissione radiofonica Il territorio è una risorsa su Radio Supersound, condotta da Fulvio Tocco  https://www.facebook.com/fulvio.toccoii/posts/986592578171441      Luigi Manias

unioneapicoltori - YouTubeIl 4 e 5 aprile si è tenuto a Roma  all’Hotel Villa Eur, promossa da UNAAPI e riservata ai tecnici delle associate,  un’intensa due giorni seminariale – di cui ha accennato Antonio Carrelli sabato 14 aprile a conclusione del suo intervento – dedicata alle Linee guida per la produzione primaria in apicoltura e procedure collegate. Vanni Floris, Giovanni Guido e Filomena Montemurro hanno presentato la bozza del “Manuale nazionale di corretta prassi operativa in apicoltura”, che UNAAPI intende depositare per la valutazione e successiva validazione al Ministero della Salute. Il seminario era finalizzato a costruire insieme e sostenere una “linea di indirizzo” comune delle associate Unaapi sui temi specifici trattati.  Mercoledì 4 aprile sono stati affrontati nell’ordine: il contesto giuridico, ovvero i regolamenti CE 852/04, 853/04, 854/04, 178/02 e linee guida del Ministero della Sanità sui manuali e la demarcazione sul concetto di produzione primaria e la necessità di un manuale nazionale condiviso. Quindi si è passati alle presentazione della prima bozza del manuale, delle schede tecniche ed è stato definito il percorso per la sua definizione e presentazione. Giovedì 5 aprile è stato avviato un confronto sulla gestione della procedure operative nei vari contesti territoriali e delle modalità di assistenza tecnica alle aziende; quindi la gestione della dichiarazione di inizio attività e le procedure di registrazione e notifica (Suap, BDA …); infine un ampia disamina  sui controlli, le competenze e le sanzioni. Nell’ottica di condivisione indicata da UNAAPI Apiaresos ha costituito un gruppo operativo composto dallo scrivente, da Orlando Oliva e Giuseppe Caddeo, che predisporrà un documento di revisione e integrazione della bozza del Manuale, contestualmente ad una consultazione con la base degli associati.      Luigi Manias

Next Page »