Attività


livio

Si terrà sabato 5 Ottobre, dalle ore 9.00 alle 13:00 a Tramatza, presso il Centro sociale in via Tripoli 32, il seminario formativo sul controllo della sciamatura.
Il tema sarà affrontato da Livio Colombari, apicoltore professionista, titolare dell’Azienda agricola Chelidonia e tecnico di Apilombardia, che illustrerà varie tecniche per gestire la sciamatura mettendole a confronto.
Si ricorda che il seminario è rivolto esclusivamente ai soci e che la quota per la partecipazione è di 15 euro. Tutte le allieve e gli allievi delle tre edizioni del corso di introduzione all’apicoltura avranno uno sconto del 33%.
Giuseppe Caddeo

baddes

Una serie di eventi  tra maggio e giugno hanno visto la partecipazione del direttore tecnico di Apiaresos Luigi Manias. Martedì 21 maggio  è stato ospite della trasmissione di Sardegna 1 Thesauro, insieme a Danilo Argiolas di Apipro e alla giornalista Marzia Piga. I tre, intervistati da Mario Tasca, hanno  messo in luce le principali criticità che attualmente affronta il mondo apistico isolano http://www.sardegna1.tv/videogallery/thesauro-21-05-2019/  Lunedì 3 giugno, ospite della trasmissione di Sardegna 1 I due di Via Venturi  Manìas  ha piacevolmente colloquiato sul mondo dell’apicoltura in un clima disteso e amichevole con i due conduttori Matteo Bruni e Marco Mameli http://www.sardegna1.tv/videogallery/i-2-di-via-venturi-03-06-2019/ . Il 23 giugno, presso la xiloteca di Badde Salighes a Bolottana insieme al socio Gigi Pitzalis,in qualità di  iscritti all’Albo degli esperti in analisi sensoriale, Luigi Manias ha tenuto una degustazione guidata sui mieli uniflorali del territorio e sull’abbamele – PAT riconosciuto grazie ad Apiaresos – che ha visto alternarsi nella saletta messa a disposizione per l’evento numerose persone, accorse per la manifestazione Festa d’Estate. Infine il 24 giugno  –  data simbolica per l’apicoltura sarda, poiché par San Giovanni Battista si smielavano i bugni villici –  Luigi Manias ha chiacchierato ancora una volta con Matteo Bruni e Marco Mameli  http://www.sardegna1.tv/videogallery/i-2-di-via-venturi-24-06-2019/ .

 

convegno5

 

Non si sono ancora spenti gli echi della 5^ edizione del convegno annuale di Apiaresos, tenutosi il 19 e il 20 Gennaio presso l’Hotel – Centro Congressi l’Anfora di Tramatza, con un ottima partecipazione di soci, per l’alta qualità dell’offerta formativa erogata. Alberto Contessi, autore del più celebre manuale di apicoltura e presidente dell’Osservatorio Nazionale del Miele,ha parlato dell’importanza della biodiversità apistica e ha esposto la proposta di legge presentata in Emilia Romagna per tutelare l’ape ligustica. L’avvocato Vittorio Perria ha esposto la normativa sulle malattie professionali in apicoltura. Tema ripreso dal presidente e dal vicepresidente di Conflavoro di Oristano Silvio Frongia e Paolo Deidda. Il primo ha illustrato gli adempimenti a cui deve ottemperare un azienda apistica; il secondo ha esposto i nuovi adempimenti per quanto riguarda la privacy e la fatturazione elettronica. Prosegue la collaborazione avviata nelle precedenti edizioni del convegno con la dottoressa Elisabetta Schievano e il dottor Gianluigi Marcazzan. La prima ha evidenziato le proprietà dei mieli Sardi, simili a quelle del miele di manuka, e di frodi sull’origine e provenienza geografica di alcuni mieli Sardi; il secondo ha presentato i risultati degli studi e della ricerca sui i campioni di propoli forniti dai soci di Apiaresos. Nella stessa giornata il professor Luca Fontanesi ha esposto l’innovativo metodo di analisi del DNA del miele, con il quale è riuscito a definire una mappa esaustiva del miele, comprensiva di origine botanica e geografica, patologie (fra cui funghi, virus, batteri) presenti nell’alveare, sottospecie di ape. La seconda giornata è stata aperta da Giovanni Guido, che ha presentato le ultime novità sulle patologie apistiche e terapie farmacologiche disponibili sul mercato per la lotta alla varroa. A seguire Fabrizio Zagni, che ha illustrato l’apicoltura nel Ponente Ligure, tra nuove avversità, ambiente impervio e una sottospecie di ape (l’Ape Nera) da tutelare e valorizzare all’interno del suo areale di appartenenza. Ha chiuso la mattinata del 20 Valter Bellucci, che ha affrontato il problema della mortalità delle api causata dai pesticidi, sia dal punto di vista scientifico, indicando come agiscono queste sostanze sulle api, sia normativo. Nella serata Luca Bonizzoni ha illustrato le varie tecniche per produrre nuclei durante la stagione apistica, da utilizzare sia per la rimonta aziendale sia per la vendita e cosi incrementare il reddito dell’azienda apistica. Davide Mercenaro ha spiegato come un azienda apistica possa incrementare il proprio reddito sfruttando le coperture degli edifici aziendali per la produzione di energia solare. L’intervento che ha chiuso il Convegno è stato quello del professor Ignazio Floris, che ha fatto il punto della situazione sul progetto Aluen Cap, spiegando non solo quali saranno i passi futuri ma rispondendo alle molte domande dei soci.
Sabato 23 febbraio al Circolo di Lettura di Ghilarza, Orlando Oliva e Giuseppe Caddeo hanno proposto un dettagliato report sulle ultimissime novità del convegno degli apicoltori professionisti italiani, tenutosi a Policoro dal 30 gennaio al 3 febbraio 2019. Un momento di riflessione su tematiche come la nutrizione, le tecniche di selezione delle api regine, i vecchi e nuovi farmaci contro la varroa, le minacce incombenti sull’apicoltura Sarda, con particolare riferimento alla vespa vellutina. La serata si conclusa con un buffet offerto da Apiaresos ai soci.
Sabato 30 marzo, presso il circolo di lettura di Ghilarza, il socio dottor Francesco Cadeddu ha presentato il suo libro Le api nostre insostituibili compagne di viaggio, nel quale ha ampiamente trattato, per la prima volta in assoluto in una pubblicazione edita, il concetto di benessere animale riferito all’alveare.
Sabato 22 giugno si è concluso ad Ales, in concomitanza con un importante evento dedicato all’agricoltura sociale https://www.videolina.it/articolo/tg/2019/06/23/ales_la_vendemmia_del_miele_con_il_progetto_di_agricoltura_social-78-896559.html , il terzo corso di introduzione all’apicoltura. La classe composta da: Ara Antonio, Biancu Giovanni, Carta Alessia, Cerviotti Alessandro, Concu Monica, Corda Daniela, Fadda Rossella Stefania, Flore Antonio, Manca Eleonora, Massa Silvia, Orrù Vincenzo, Porcu Alberto, Pruneddu Andrea, Rombi Valentina, Secco Riccardo, Spiga Corrado, ha dimostrato un forte interesse e attenzione su tutte le tematiche affrontate. La giornata si è conclusa con un pranzo comunitario.

corso3

 

thumbnailSta iniziando a prendere forma la  nuova PAC 2021-2027, dalle prime indiscrezioni sappiamo che sarà orientata verso  un’agricoltura più sostenibile, vicina alle esigenze della società in materia di alimentazione e salute, con un basso impatto ambientale e un occhio di riguardo sul benessere degli animali. Visto il peso che avrà nella futura pac il benessere degli animali, Apiaresos in collaborazione con il Circolo di Lettura di Ghilarza, organizza sabato 30 marzo alle ore 17.00, presso il circolo di lettura di Ghilarza in via Umberto I 137, un incontro con il Dott. Francesco Cadeddu che esporrà il concetto di benessere animale riferito all’alveare. Tematica ampiamente trattata nel suo ultimo libro,  dal titolo “Le api nostre insostituibili compagne di viaggio”,  che verrà presentato durante la serata. Si ricorda che l’ingresso è libero e gratuito e vista l’importanza e la novità dell’argomento trattato, si invitano i soci a partecipare.

Si  è svolto sabato 10 e domenica 11 Novembre 2018 a Roma, presso la Casa Internazionale delle Donne in Via della Lungara 19, ApiDidattica.
Il convegno/workshop annuale sulla didattica in apicoltura, giunto alla sua ottava edizione con il titolo “Tutte le strade portano all’ApiCultura”, è promosso da Ami, Ambasciatori Mieli Italiani; associazione culturale che ha come obiettivo quello di sostenere e diffondere la cultura apistica, del miele e degli altri prodotti dell’alveare. 
Per la prima volta ApiDidattica ha avuto due relatori Sardi, Greca N. Meloni con “Abieris e Abis. Beyond a drop of Honey” e il direttore tecnico di Apiaresos Luigi Manias che ha sviluppato i dettagli di un ambizioso progetto “Le api di carta. Un progetto culturale extra – vagante”.
Apiaresos non solo è stato sponsor dell’evento ma anche partner attivo nell’organizzazione complessiva dell’ottava edizione di Apidattica, contribuendo alla definizione del programma, all’individuazione dei relatori e assegnazione dei temi, alla localizzazione dell’evento, alla proposta di sponsor e verifica della logistica. Tutti le relazioni esposte sono disponibili nel sito di Ami alla pagina http://www.apididattica.com/?p=40866.                                                                                                                              Ringraziamo tutti gli organizzatori, relatori e partecipanti, auspicando di poter avere altre occasioni di collaborazione.

Giuseppe Caddeo

Presso l’aula consigliare del municipio di Marrubiu si terrà in seconda convocazione, domani sabato 18 marzo alle ore 16, l’assemblea ordinaria dei soci per l’approvazione del Conto Consuntivo 2016.

Sempre domani alle ore 16.30 incontro gratuito per i soci in regola con il versamento della quota 2017, nell’aula consigliare del Comune di Marrubiu. Dopo l’approvazione del Conto Consuntivo 2016, Orlando Oliva con la collaborazione di Franco Anedda, Marco Demuru ed Efisio Murru ci guiderà in un viaggio nel mondo della grande apicoltura Abruzzese, fortemente improntata al nomadismo, alla meccanizzazione, all’innovazione tecnologica. Saranno descritte con ricchezza di dettagli e immagino tutte le novità emerse nel 33° Congresso dell’apicoltura professionale: allevamento, selezione e fecondazione artificiale di api regine, cambiamenti climatici, aethina tumida, anagrafe apistica, etichetta nutrizionale,nuove strategia di lotta alla varroa, Aluen Cap, autorizzazione per acido formico, nutrizione proteica, propoli, fogli cerei e contaminazioni, pesticidi e impollinazione.
Si raccomanda ai soci, data la rilevanza dell’appuntamento, la massima puntualità.

Luigi Manias

 

download

Giovedì 16 febbraio dalle 17 alle 19, presso il Municipio di Guspini, si è tenuta un incontro promosso dall’agenzia Laore per condividere con le maggiori organizzazioni apistiche regionali e con i soggetti attuatori, come il Comune e la Pro Loco di Guspini, il programma relativo all’edizione 2017 della Sagra del Miele di Montevecchio; segnatamente le modalità del concorso dei mieli e i contenuti del convegno. La necessità per l’agenzia Laore di rendicontare entro la seconda decade di luglio le provvidenze del Reg. CE 1308, con il quale viene sostenuta la Sagra, ha imposto una variazione di calendario. Le date proposte sono il 15/16 o il 22/23 luglio. Circa invece il concorso le date di consegna dei mieli saranno aumentate: fine marzo / inizio aprile, 30 giugno e 30 settembre, con una coda dedicata al miele di eucalipto. Sui contenuti del convegno lo scrivente, in rappresentanza di Apiaresos, ha evidenziato come sia necessario focalizzare l’attenzione su temi di pressante attualità: la mancata attuazione della legge regionale sull’apicoltura, la definizione di una strategia organica a favore della flora apistica, la lotta alla varroa con una sperimentazione estesa come quella promossa da Apiaresos e Università di Sassari, in stretta collaborazione con i servizi veterinari della ASL unica. Mauro Pusceddu, presidente della giuria del concorso dei mieli, ricordando che una battaglia sul benessere animale in apicoltura partì, parecchi anni fa, proprio da Montevecchio, su sollecitazione sua e dello scrivente, lo ha indicato come tema meritevole di esser ripreso.  Ma la novità di maggiore rilevanza è che l’agenzia Laore intende sostenere la formazione di un panel di esperti del miele con un programma specifico di formazione continua; e questo non potrà che apportare sicuri vantaggi per l’intera apicoltura sarda. In tale ottica intende dotare il concorso dei mieli sardi di Montevecchio di strumenti di precisione per la misurazione dell’HMF e dell’umidità; nonché destinare ulteriori risorse per le analisi polliniche. Apiaresos che ha contribuito nel 2016 – grazie all’organizzazione del corso / esame che ha concluso un articolato percorso formativo – con l’iscrizione all’albo di 12 nuovi soci iscritti e che vede ben 17 su 28 degli esperti nell’analisi sensoriale del miele iscritti soci di Apiaresos, auspica che il programma promosso da Laore per la formazione del panel possa avere una prospettiva lunga e produttiva.

Luigi Manias

laore2Laore aveva indetto per martedì 20 dicembre un incontro per condividere con gli organismi associativi in ambito apistico la propria proposta operativa sul programma regionale per il triennio 2017-2019 del Reg. CE 1308, al quale aveva invitato, fra gli altri, anche Apiaresos. Abbiamo osservato in una nostra PEC l’inopportunità del periodo scelto e la necessità di poter disporre con congruo numero di giorni della proposta Laore, in modo da poterne effettuare una disamina scrupolosa e attenta. Abbiamo però dichiarato la nostra disponibilità a inviare a Laore una pronta replica dopo avere esaminato la proposta, che tuttavia ancora attendiamo.

La nuova Legge Regionale n. 19 sull’apicoltura, escludendo un primo e importante passo come la deliberazione n.  64 del 19 dicembre della Giunta regionale, che stanzia 220.000 euro per l’acquisto di mezzi per il nomadismo, stenta realmente a decollare. Apiaresos è stata selezionata dall’ISTAT per una rilevazione statistica su un campione di 40 mila istituzioni no profit, “in quanto rappresentative del territorio e del settore in cui operano”. Se l’ISTAT ha riconosciuto la rilevanza della nostra Associazione non altrettanto si può dire dell’Assessorato all’Agricoltura della RAS all’attenzione del quale, nella persona del direttore generale dott. Sebastiano Piredda, abbiamo denunciato  con una PEC, per la quale attendiamo ancora risposta, la mancata definizione dei criteri e delle modalità di riconoscimento delle forme associate in ambito apistico, previste non solo dalla L.R. 19 ma anche del Decreto Ministeriale del MIPAF del 25 marzo 2016.

 

Luigi Manias

Il Consiglio Direttivo di Apiaresos nella seduta del 14 aprile 2016 ha formalizzato l’esternalizzazione del servizio di segreteria. La mole di lavoro richiesta per la gestione documentale, l’attività di account con le amministrazioni pubbliche, l’elaborazione dei programmi formativi e dei contenuti del blog, la redazione e verbalizzazione degli atti deliberativi degli organi rappresentativi di Apiaresos, l’assistenza al tesoriere per l’elaborazione dei documenti contabili riassuntivi e analitici (conto consuntivo, giornale di cassa), l’esecuzione di tutta una serie di attività progettuali ma anche esecutive, esulano ormai da un approccio gestionale di tipo volontaristico.
Pertanto si è ritenuto opportuno affidare a Luigi Manias, in qualità di amministratore della Nur, società di servizi che opera in Sardegna sin dal 1995, il complesso delle attività ricadenti nel servizio di segreteria, garantendo così la continuità operativa del servizio e la qualità del medesimo. Sebbene non sussistano motivi ostativi per incompatibilità di incarichi Luigi Manias ha rassegnato le dimissioni da consigliere il 29 febbraio 2016, che sono state accettate con deliberazione del Consiglio Direttivo del 19 marzo 2016.

Segreteria

Segreteria

Nino Schirra

A seguito delle dimissioni di chi scrive, in qualità di presidente del CAS, Consorzio Apicoltori Sardi, Apiaresos ha ritenuto opportuno indire a Nuoro venerdì 1° aprile alle 18, presso la sede della coop. Lariso, un incontro aperto ai soci CAS e Apiaresos. Erano presenti: Argiolas Danilo, Beccu Angelo, Brisi Davide, Caddeo Giuseppe, Carboni Mario, Gaias Manuel, Lai Pino, Langenbeck Adelaide, Manias Luigi, Melis Tonino, Oliva Orlando, Piras Stefano, Porcu Silvio, Puddu Maria Antonia, Schirra Nino, Spanu Salvatore, Tupponi Vittorio. Dopo la prolusione del presidente Nino Schirra sulle ragioni dell’incontro Luigi Manias ha ribadito le ragioni delle sue dimissioni, peraltro già rese ampiamente pubbliche nei media: http://www.videolina.it/video/servizi/95092/apicoltori-divisi-sull-utilita-del-marchio-dop-per-il-miele-sardo.html. Si sono quindi alternati nel dibattito Oliva, Brisi, Argiolas, Carboni, Porcu, Puddu e Tupponi.as-2016-formazione-dop-2

Luigi Manias

Next Page »